CAMMINIAMO INSIEME | Riconoscimento ad Alfonso Perrotta

 
Alfonso Perrotta è nato a Paola (Cs) e vive a Roma. E' attivista sociale, operatore culturale e studioso di storia


L'uomo dimentica i piccoli episodi quotidiani come le vicende epocali. Talvolta dimentica per superficialità o disattenzione; talaltra vuole dimenticare per rifugiarsi in una dimensione individualistica ed edonistica, un eterno presente in cui soddisfa solo le proprie esigenze immediate. Su un piano di massa questo processo trasforma i popoli in greggi senza storia e senza valori, incapaci di aggregarsi criticamente, indifese ai richiami dei ducetti di turno, che in questo stato di inconsapevolezza hanno gioco facile nell'alimentare in circolo vizioso di disgregazione sociale e autoritarismo, in cui la Storia perde la maiuscola e degrada a un'oscena sequenza di fake news.

L'unico antidoto a questa deriva verso il nulla è la capacità di ricordare. Ricordare gli eventi che hanno riempito le pagine della nostra Storia, ricordare da dove veniamo, cosa abbiamo combattuto, gli obiettivi che abbiamo perseguito, le conquiste che abbiamo ottenuto. Questo è ciò che fa Alfonso Perrotta: nelle lotte per i beni comuni, nella quotidiana testimonianza antifascista e antirazzista ma soprattutto attraverso la rigorosa ricerca archivistica ha saputo ridare vita a vicende dimenticate, che testimoniano il contributo che la nostra terra ha saputo dare in termini di resistenza e ribellione nei confronti dell'oppressione e della prepotenza. Per dirla con Kundera:

"La lotta dell'uomo contro il potere è la lotta della memoria contro l'oblio".

In tal senso "Memoria è Resistenza": resistenza contro i tentativi maldestri di riscrittura della storia, di cancellazione del passato, tentativi di sottrarre a un popolo la propria vera identità, ossia il suo percorso collettivo.

Commenti

Post popolari in questo blog

CAMMINIAMO INSIEME | Riconoscimento al cuoco/attivista Ciccio Chiarello

CAMMINIAMO INSIEME | Riconoscimento a Donatella Loprieno

Portava i fiori ai partigiani, multata la nostra Presidente